Chi siamo

La nostra missione

Krishna-L'iniziativa dei latticini è stata avviata con il desiderio di migliorare lo standard dei latticini utilizzati all'interno dell'ISKCON (The International Society for Krishna Consciousness), altrimenti noto come Movimento Hare Krishna, illuminando i loro membri sui problemi relativi ai prodotti caseari acquistati al supermercato e sostenendo che solo il latte in eccesso offerto dalle loro mucche protette dovrebbe essere utilizzato nel loro culto di Krishna e per il loro consumo personale.

Il fondatore del movimento Hare Krishna, Srila Prabhupada ha chiarito che desiderava che la sua società diventasse autosufficiente e fosse in grado di produrre il proprio cibo e latte, tuttavia, a 50 anni dalla sua partenza, il movimento da lui fondato è lontano dal raggiungere questo idea, con solo alcuni esempi in giro per il mondo. La maggior parte dei templi ISKCON acquista ancora prodotti lattiero-caseari al supermercato e quindi indirettamente sostiene le atrocità di questa industria. Molti membri affermano che le mucche il cui latte usano nell'adorazione di Krishna sono liberate, tuttavia, non c'è alcun riferimento scritturale o citazione del loro fondatore per sostenere questa affermazione.

Inoltre, Srila Prabhupada scrisse in una lettera al suo discepolo Krishna das il giorno di Natale del 1968: “Per quanto riguarda l'acquisto di cose al mercato, queste cose sono considerate purificate quando ne paghiamo il prezzo. Questa è l'istruzione generale. Ma quando sappiamo che qualcosa è adulterato, dovremmo evitarlo. Ma inconsapevolmente se qualcosa viene acquistato, non è colpa nostra. Le cose sospette, tuttavia, dovrebbero essere evitate. No, non è molto buono usare il lievito nella preparazione del prasadam. Poiché è offensivo offrire qualcosa a Krishna che Egli non accetterà, si dovrebbe essere estremamente cauti nel non offrire (o mangiare) nulla di discutibile”.

È evidente che desiderava che solo i cibi della migliore qualità fossero offerti in adorazione a Krishna, e il fatto è che i prodotti lattiero-caseari venduti al supermercato sono di qualità inferiore e contaminati fisicamente e sottilmente. Quindi, secondo la mia opinione personale e l'opinione di molti devoti anziani all'interno dell'ISKCON, inclusi alcuni guru, il latte commerciale non soddisfa i severi standard di purezza e integrità necessari per essere offerto a Krishna.

È nostra speranza che tutti i leader della società ISKCON prendano sul serio questa questione e istituiscano una politica rigorosa in tutti i templi che solo il latte più puro, privo di violenza e additivi chimici; il latte che ci è stato offerto da una mucca protetta, dovrebbe essere l'unico latte utilizzato nell'adorazione di Krishna.

A tal fine è stato creato questo sito web.

Priyavrata das